CONSORZIO TRENTINO DI BONIFICA

Spurgo Fosse di Trento: Fossa Malvasia (Seconda Parte)

Localizzazione:
L'intervento previsto riguarda il tratto terminale della fossa Malvasia dalla sezione a cielo aperto nei pressi dell’incrocio tra via dei Solteri e via Comboni (a valle della confluenza con la fossa Secondaria di Campo Trentino), alle sezioni tombinate del tracciato “antico” fino all’immissione nella fossa Lavisotto.

Descrizione:
Il progetto prevede l’asportazione di sabbie e limi depositati in eccesso sul fondo del canale delle due fosse e l’eventuale conferimento in discarica del materiale previa analisi chimica.
Nel caso delle Bettine, si tratta di un centinaio di metri per un totale di 100mc circa. La somma dei tratti da spurgare del Lavisotto è invece di diverse centinaia di metri e con un’asportazione di materiale di circa 800 mc.

Motivazione:
Nel 2013, di fatto, durante il rilievo della fossa, effettuato in collaborazione con il corpo permanente dei VVF, si è riscontrato la notevole presenza di depositi di materiale che ostruiscono il normale deflusso delle acque.
In alcune zone l’altezza del deposito rispetto al fondo originario supera i 50 cm.

Urgenza:
Elevata poichè in caso di eventi meteorici, anche con portate di media entità, le fosse potrebbero rigurgitare l’acqua allagando strade e scantinati degli edifici adiacenti.

Sicurezza:
L’alta probabilità di esondazione di queste fosse, combinata alla loro collocazione in area urbana crea un rischio agli edifici e alle infrastrutture ma, anche, all’incolumità delle persone.

Stato di progetto:
I lavori sono terminati nel giugno del 2017.

Costo:
L’importo totale del progetto è di circa Euro 50'000.00.