CONSORZIO TRENTINO DI BONIFICA

SBARRAMENTI E OPERE DI REGOLAZIONE SULLE FOSSE DI BONIFICA, 1° LOTTO ZONA SUD

Il Consorzio Trentino di Bonifica ha attualmente in gestione quasi 170 km di fosse di bonifica di cui effettua la manutenzione ordinaria e straordinaria, provvedendo allo sfalcio meccanico o manuale dell’erba, allo spurgo di eventuale deposito terroso sul fondo, al consolidamento degli argini, alla costruzione e mantenimento di ponti e strade di servizio, ecc. e 28 impianti idrovori distribuiti lungo la valle dell’Adige.


Grazie al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Provincia Autonoma di Trento, e all'Operazione 4.3.4 "Bonifica" che contribuisce a raggiungere gli obiettivi della focus area 2A "Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l'ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l'orientamento al mercato nonché la diversificazione dell'attività" è stato possibile installare quattro panconi idraulici in aderenza ad opere già esistenti, tipicamente ponti o attraversamenti, sulle fosse di bonifiche per regolamentarne il flusso dell’acqua.


Grazie a tali investimenti è stato possibile realizzare delle strutture nell’alveo delle fosse che verranno utilizzate dal personale del Consorzio per garantire un tirante idrico fisso durante le sole operazioni di sfalcio con natante della vegetazione presente all’interno dell’alveo.


Importo in euro del contributo concesso pari ad Euro 61.000,00 (il 42,980% corrispondente alla quota di cofinanziamento della Ue-Feasr, il 39,914% corrispondente alla quota di cofinanziamento dello Stato e il 17,106% corrispondente alla quota di cofinanziamento della Provincia autonoma di Trento).


Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento visitare il sito del PSR www.psr.provincia.tn.it e della Commissione europea dedicato al FEASR https://ec.europa.eu/agriculture/rural-development-2014-2020_it .