CONSORZIO TRENTINO DI BONIFICA

Spurgo fosse di Trento: fossa Bettine (Seconda Parte).

Localizzazione:
Il tratto oggetto di intervento è situato dal sud della fossa in via Aldo Schmid fino alla confluenza con il Lavisotto nei pressi del campo C.O.N.I.

Descrizione:
Il progetto prevede l’asportazione di sabbie e limi depositati in eccesso sul fondo del canale della fossa e l’eventuale conferimento in discarica del materiale previa analisi chimica.
Nel caso delle Bettine, si tratta di un centinaio di metri per un totale di 250 mc circa.

Motivazione:
In entrambe le fosse, a causa del deposito, si Ã¨ notata una considerevole riduzione della sezione idraulica utile, con conseguente riduzione della capacità di invaso e della portata massima defluibile.
Sulla fossa delle Bettine vi è una diffida da parte di un consorziato comunicata legalmente.

Urgenza:
Elevata poichè in caso di eventi meteorici, anche con portate di media entità, le fosse potrebbero rigurgitare l’acqua allagando strade e scantinati degli edifici adiacenti.

Sicurezza:
L’alta probabilità di esondazione di queste fosse, combinata alla loro collocazione in area urbana crea un rischio agli edifici e alle infrastrutture ma, anche, all’incolumità delle persone.

Stato di progetto:
Il progetto, ai sensi delle leggi vigenti, non necessità di particolari autorizzazioni ed quindi pronto per essere appaltato a breve.

Costo:
L’importo totale del progetto è di circa Euro 100'000.00.