CONSORZIO TRENTINO DI BONIFICA

Nuovo tracciato della fossa di Piedicastello – rio Scala in C.C. di Trento

L’oggetto dell’intervento è il miglioramento del comportamento idraulico della Fossa di Piedicastello tra lo scarico naturale in Adige “di monte” sito all’inizio di Lungadige Marco Apuleio e l’impianto idrovoro posto un chilometro più a valle che risulta essere pregiudicato da una strozzatura. La stazione di sollevamento alla foce della fossa non riesce, infatti, ad essere adeguatamente efficace con conseguenti difficoltà nello smaltimento delle acque meteoriche per eventi climatici importanti.
Il progetto che interessa via Dos Trento dall’incrocio con Lungadige Marco Apuleio fino a Lungadige san Nicolò, la piazza antistante la chiesa di S.Apollinare e la sede dell’ex tangenziale, comporta la posa di circa 250 metri di uno scatolare con luce interna 2,00 per 1,50 metri e, parallelamente alla fossa, di un tratto di 210 metri di collettore della fognatura nera comunale. Durante il nuovo tracciato del canale sono stati previsti, oltre a 4 pozzetti di ispezione dotati di scaletta interna in acciaio inox, tre elementi dotati di piastra rimovibile per permettere nelle fasi di manutenzione l’eventuale accesso a mezzi meccanici.
Il nuovo tracciato della fossa di Piedicastello andrà a bypassare la strozzatura posta sotto la carreggiata della circonvallazione collegandosi immediatamente a valle della stessa e ne migliorerà il comportamento idraulico.
Il collegamento prevedrà una pendenza costante del fondo fossa dello 0,2% e consentirà al canale di smaltire tranquillamente la portata massima sollevata dall’impianto idrovoro di 2,7 mc/s.
Le interferenze con il tracciato attuale della fognatura nera Comunale ha comportato, in accordo con i tecnici del Ufficio reti idrauliche del Comune di Trento, la posa di un collettore di fognatura in ghisa sferoidale da DN 300 parallelamente allo scatolare della fossa. Sarà inoltre prevista la posa di 9 pozzetti di ispezione in posizione non contrastante con il nuovo progetto di recupero urbanistico.
I lavori sono stati conclusi il 27 ottobre 2016.