CONSORZIO TRENTINO DI BONIFICA

Impianto di sollevamento Acquaviva nel comune di Besenello - 2° lotto: OPERE ELETTRICHE

Localizzazione:
L’idrovora Acquaviva è realizzata sulla  parte terminale della fossa omonima vicino al suo sfociare nel fiume Adige in località “Ischiei” ed è situata sulle  pp.ff. 3212/69, 3212/108 e  3237 nel c.c. di Besenello.

Breve descrizione:
Il progetto prevede il completamento delle opere per la realizzazione dell’impianto idrovoro con l’acquisto di due pompe da 1250 l/s. L’opera comprenderà anche l’ acquisto di un gruppo elettrogeno con relativa cisterna di gasolio, uno sgrigliatore automatico, l’esecuzione dell’impianto elettrico, delle opere di rifinitura interne, installazione della lattoneria e dei serramenti ed in fine realizzazione delle sistemazioni esterne.

E’ previsto inoltre l’esproprio di una modesta area agricola a cavallo tra le pp.ff. 3212/45 46 e 86 che renderà possibile il raccordo mediante scarpata tra l’attuale rilevato ed il piano di campagna ovviando ad un più impattante muro di sostegno.
L’impianto sarà costituito principalmente da due pompe più una terza di riserva, da un gruppo elettrogeno, da uno sgrigliatore, da due paratoie e da tre valvole clapet. Esso può funzionare in maniera completamente automatica senza bisogno di operatori, regolato solamente dai livelli d’acqua della vasca di aspirazione e dell’Adige.
L’edificio dell’idrovora è composto da due corpi posti su un rilevato circondato dalla vegetazione. Il primo corpo funge da alloggiamento dei trasformatori e delle apparecchiature di misura, oltre ad avere un piccolo magazzino, mentre il secondo contiene il locale gruppo elettrogeno e la sala quadri.

Motivazione e urgenza:
Il secondo lotto ha lo scopo di ultimare i lavori per la realizzazione dell’idrovora Acquaviva fondamentali per renderla funzionante. Il completamento dell’opera si rende necessario anche da un punto di vista paesaggistico in quanto lo stato attuale al grezzo degli edifici si presenta impattante nel tessuto rurale.
L’urgenza è alta in quanto attualmente la fossa ha un funzionamento puramente a gravità e quindi totalmente dipendente dall’altezza idrometrica dell’Adige.
Approvazione progetto esecutivo e finanziamento:
Il progetto è stato approvato con la Conferenza dei Servizi Deliberante di data 30 marzo 2011 convocata dal Servizio Bacini Montani della Provincia Autonoma di Trento. Il progetto sarà finanziato dal Servizio Aziende Agricole e Territorio Rurale della P.A.T. come il 1° lotto, appena saranno reperite le risorse e approvato il Piano di Bonifica generale.

Stato avanzamento pratica:
I lavori sono completati e sono stati rendicontati nel maggio 2016, per un importo finale di circa 320.000,00 euro.