CONSORZIO TRENTINO DI BONIFICA

NUOVO IMPIANTO IRRIGAZIONE

Esito dell'assemblee sul territorio

Nei mesi di marzo ed aprile si sono tenute le assemblee sul territorio consortile per illustrare l'opportunit√† offerta nell’ambito del Piano Nazionale di Sviluppo Rurale per la realizzazione di un nuovo impianto irriguo a goccia su tutte le aree attualmente non irrigate con tale modalit√†.
Il Piano prevede la possibilità di finanziamento ai consorzi di bonifica per la costruzione di nuovi impianti irrigui a goccia o l'ammodernamento e trasformazione a goccia di quelli esistenti, con l'obbiettivo di ottenere sensibili risparmi nelle quantità di acqua erogata, finanziando le iniziative al 100% della spesa fino al "cancello dell'azienda". Restano cioè escluse le sole ali gocciolanti e la rete aziendale (collettore di testata).
Il bando ed i relativi allegati, per una pi√Ļ puntuale valutazione sono disponibili sul sito https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10905 oppure, in forma cartacea, presso lo scrivente Consorzio in consultazione.
L’amministrazione consorziale ha deciso di presentare l’iniziativa sul territorio, con l’obiettivo di coinvolgere almeno il 50% delle superfici interessate e di procedere alla progettazione delle opere solo al raggiungimento di una maggioranza molto netta dei favorevoli.
L’esito delle assemblee √® stato vario, in alcune zone √® stata raccolta una maggioranza favorevole all’esecuzione dell’intervento, superiore all’80%, in altri casi i favorevoli sono stati il numero lievemente superiore ai contrari, solo in un caso l’assemblea si √® espressa in modo contrario alla partecipazione al bando.
I territori che si sono espressi in modo favorevole alla partecipazione al bando, con una maggioranza schiacciante, sono stati quelli dei comuni catastali di Mezzocorona, Nave San Rocco, Zambana e, solo parzialmente, San Michele all’Adige, Grumo e Lavis, nella zona di maso Callianer. Nei comuni catastali di Mattarello, Ravina, Romagnano, Volano e Nomi non √® stato possibile procedere con la progettazione a causa dell’elevato numero di contrari; l’assemblea del Comune di Rovere della Luna ha invece espresso la propria contrariet√† all’iniziativa.
Nel corso delle assemblee √® stato comunicato che coloro che non intendevano partecipare all’iniziativa non sarebbero stati obbligati ad aderire alla realizzazione del nuovo impianto irriguo.
Lo scrivente consorzio sta predisponendo il progetto esecutivo del nuovo impianto di irrigazione all’interno delle aree interessate, con l’obiettivo di presentarlo entro la scadenza fissata del 30 giugno 2017, tralasciando le sole propriet√† di coloro che hanno espresso la propria contrariet√† all’iniziativa in occasione delle votazioni, oppure successivamente con comunicazione scritta.
Si invita pertanto, alla luce del ridotto tempo a disposizione per il completamento del progetto esecutivo, a comunicare, per coloro che non vi avessero gi√† provveduto, entro il giorno 8 maggio 2017 l’eventuale contrariet√† all’iniziativa, con la trasmissione al consorzio della scheda di votazione debitamente compilata e si conferma che la progettazione esecutiva dell’impianto riguarder√† tutte le aree non espressamente contrarie. Le schede di voto per i vari comuni sono scaricabili in questa pagina sulla destra.
Si ricorda infine che, come anticipato nel corso delle assemblee e come riportato sulle schede di votazione, i titolari di concessioni irrigue che verranno serviti dal nuovo impianto dovranno rinunciare all’uso irriguo al momento dell’entrata in funzione della nuova rete consortile.
Per eventuali chiarimenti si invita a contattare l’ufficio tecnico consortile.